Telefono Blu Consumatori

ORGANISMO DI TUTELA DEL TURISTA
E DEL CONSUMATORE
E PER LA QUALITA' DEL TURISMO
"Aiutaci ad aiutarti"

Chi siamo Magazine on-line Comunicati stampa Sedi regioni e Città Modulistica
Iscrizione/Associati Quesiti, progetti, FAQ Esperto risponde Download, forum, chat Sos Turista

Si chiamerà "Orso Bruno" l'ultimo elicottero della forestale

In ricordo dell'animale ucciso qualche giorno fa in Baviera

Roma, 28 giu. (Apcom) - Si chiamerà ORSO BRUNO l'ultimo elicottero Erickon S64F del Corpo forestale dello Stato per la lotta agli incendi boschivi. Lo ha annunciato il Capo del Corpo Cesare Patrone.

"Una scelta simbolica - ha detto Patrone - per ricordare Bruno, l'orso abbattuto qualche giorno fa in Baviera frutto di un difficile e ben riuscito progetto di reintroduzione della specie sull'arco alpino a tutela della biodiversità".

"In Italia - sottolinea - si sono fatti enormi progressi nell'attività' di tutela della fauna selvatica. In Abruzzo per esempio dove opera una speciale task force orso del Corpo forestale dello Stato la gestione degli orsi cosiddetti problematici, quelli cioè che hanno perso le caratteristiche di animale selvatico prendendo di conseguenza sempre più confidenza con l'uomo, e' all'ordine del giorno. Le soluzioni per affrontare il problema ci sono e funzionano in Abruzzo come in altre parti del mondo. Ma la differenza vera la fa la gente che vive sulle montagne che ha dimostrato un grande attaccamento a questi animali. Agricoltori, allevatori e cacciatori hanno collaborato per difendere l'orso".

Il nuovo gigante dell'aria capace di scaricare sulle fiamme fino a 10.000 litri di acqua e' attualmente in fase conclusiva di assemblaggio presso gli stabilimenti della Air Crain in Oregon (USA) e arriverà in Italia nel mese di ottobre.

 

Vi alleghiamo comunicato che era pronto, per salvare Bruno. Siamo stupiti dal fatto che in poche ore dal via alla caccia lo stesso sia stato abbattuto e in tanti giorni non sia stato possibile narcotizzarlo. Se era così, bastava fare una taglia a pagamento con live e ce lo avrebbero riportato in poche ore. Si tratta di veri incompetenti, di una figuraccia di paesi europei e dell'unione che predicano la tutela degli animali e poi non sono in grado nel terzo millennio di catturare un orso di due anni, neanche incattivito. Vergogna. Ricorderemo Bruno, che ha cercato la libertà e ha pensato di scorazzare fra le montagne senza confini, come un martire e in cambio pretendiamo che l'unione europea attivi subito finanziamenti per la nascita di nuovi orsi come Bruno.

Sta appassionando tutti la storia di - "Bruno", l'orso girovago fuggito dalla zona protetta del Trentino per vagabondare al confine tra Austria e Germania, che  dopo una permanenza nel Tirolo austriaco e' tornato in Baviera, per "fare il bagno" in un laghetto. Il problema e' che il nostro ovviamente ha profittato dei suoi sconfinamenti per fare le sue razzie con ciò preoccupando i contadini di diverse regioni. Dalla settimana prossima sarà possibile sparare a vista a "Bruno". La licenza di uccidere sarà valida a partire da oggi  in Tirolo, in Austria, da domani in Baviera. Telefono Blu ha deciso di lanciare una campagna per salvare appunto Bruno. Non si capisce perché abbatterlo, in fondo ha fatto quello che ogni buon orso avrebbe voluto o potuto fare e per questo la pena e' del tutto non commisurata. Telefono Blu lancia dal suo sito www.telefonoblu.it la campagna "salviamo Bruno" una petizione inviata alla Commissione Europea perché intervenga sugli stati e regioni per impedire l'omicidio. Bruno può essere riportato a casa e alla ragione nel modo migliore con dei narcotizzanti basta essere perseveranti.

Vai alla Home Page


I SITI DEL GRUPPO TELEFONO BLU: SOS Consumatori - SOS Viaggiatore - Città Sicure - Telefono H - SOS Vacanze

how to add a hit counter to a website