ORGANISMO DI TUTELA DEL TURISTA
E DEL CONSUMATORE
E PER LA QUALITA' DEL TURISMO
"Aiutaci ad aiutarti"

Chi siamo Magazine on-line Comunicati stampa Sedi regioni e Città Modulistica
Iscrizione/Associati Quesiti, progetti, FAQ Esperto risponde Download, forum, chat Sos Turista

 

Telefono Blu spiega la sentenza della corte di giustizia

Volo in ritardo di 3 ore? Perdita di coincidenza? Passeggeri rimborsati

Non facciamo comunque illusioni

Aereo30 NOVEMBRE 2009 – La sentenza della Corte di giustizia europea afferma che anche i passeggeri vittima di un ritardo sull'arrivo previsto «subiscono un danno analogo, consistente in una perdita di tempo, e si trovano pertanto in una situazione paragonabile» a quelli il cui volo è stato cancellato . In effetti - ricorda la sentenza - i passeggeri di un volo cancellato a breve termine hanno diritto alla compensazione pecuniaria anche quando la compagnia aerea offre di trasportarli su un volo alternativo, purché perdano tre ore o più rispetto alla durata inizialmente prevista. «Non sarebbe giustificato - afferma quindi la Corte Ue - trattare i passeggeri di voli ritardati in maniera diversa, quando raggiungono la destinazione finale tre ore o più dopo l'orario d'arrivo originariamente previsto». I passeggeri non hanno invece diritto alla compensazione pecuniaria quando la compagnia aerea è in grado di dimostrare che il ritardo «era dovuto a circostanze eccezionali che sfuggono all'effettivo controllo della compagnia aerea e che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso». E precisa: «Un problema tecnico occorso ad un aeromobile non può essere considerato una circostanza eccezionale a meno che derivi da eventi che, per la loro natura o la loro origine, non sono inerenti al normale esercizio dell'attività della compagnia aerea in questione e sfuggono al suo effettivo controllo».

I passeggeri dunque potranno ricevere un indennizzo compreso tra i 250 e i 600 euro, salva la richiesta di rimborsi spese documentati (per esempio l’intero prezzo dei biglietti aerei acquistati per voli sostitutivi) e/o risarcimenti ulteriori per danni specifici documentati e provati. Conservate dunque copia dei biglietti acquistati, dei reclami, degli scontrini o delle ricevute d’acquisto ed anche ogni possibile prova di occasioni importanti perse (esempio visite mediche o incontri di lavoro) per colpa dei ritardi e delle cancellazioni.

Telefono Blu Consumatori ha già ottenuto in molti casi vittorie in giudizio o transazioni stragiudiziali favorevoli per il consumatore, in casi simili (sono oltre 15mila le segnalazioni che pervengono ogni anno al sito www.telefonoblu.it, al centralino 199.44.33.78 e ai ccentralini regionali), anche prima di tale pronuncia. E vuole ricordare altre pronunce che hanno riconosciuto il diritto di un turista ad essere risarcito da una compagnia aerea in caso di ritardo aereo e conseguente “perdita di coincidenza”, con effetti, spese e danni a catena. Tale giurisprudenza, in casi simili, rileva che incalza il presidente nazionale di Telefono Blu Pierre Orsoni “il danno non può limitarsi alla compensazione pecuniaria prevista dal regolamento comunitario, in quanto a seguito della perdita della coincidenza, dovuta al ritardo del vettore, i turisti hanno conseguito un evidente stress ed hanno non solo vista danneggiata la loro vacanza, ma hanno subito altresì perdite economiche…” e che “il danno non patrimoniale subito può ed anzi deve essere liquidato in via equitativa”.

Telefono Blu Consumatori raccoglie, dunque, tutte le lamentele legate al mondo del consumo ed è sempre pronta a richiedere i legittimi rimborsi e risarcimenti in caso di disservizi e inadempimenti. Dal portale http://www.telefonoblu.it/ è possibile richiedere l’assistenza legale, caso per caso, città per città, sia per email che per telefono 199.44.33.78


how to add a hit counter to a website