Condono edilizio e vigilanza

Legge regionale sulla vigilanza dell'attività' edilizia. Ci sono cose che non vanno.
Telefono Blu Sos Consumatori invita a rivederla

In occasione dell’imminente pubblicazione della Legge Regionale N°147/2004, relativa alla vigilanza e controllo dell’attività' edilizia ed applicazione della normativa statale, ovvero la legge regionale sull’ultimo condono edilizio varato, Telefono Blu Sos Consumatori, nonostante non condivida la politica dei condoni, non può non esprimere i propri dubbi sulla incostituzionale di parte della legge regionale varata. Il nostro giudizio critico, nato dopo l’ardua lettura di un testo a volte contraddittorio, si concentra principalmente sui seguenti articoli:

  • L’Art. 29 allarga in modo sproporzionato le responsabilità del professionista incaricato che asseverando quanto dichiarato dalla proprietà, sovente in buona fede, rischia facilmente la denuncia ai sensi dell’articolo 481 del Codice Penale;

  • L’Art. 30 prevede che le pratiche siano soggette al parere della Commissione PER LA QUALITA' architettonica e il paesaggio, parere che non essendo vincolante non servirà a niente, quindi sarà superfluo ovvero una perdita di tempo e di denaro pubblico, in quanto i membri della succitata Commissione saranno pur da pagare;

  • L’Art. 32 rende impossibile condonare immobili già oggetto di precedenti condoni, dando cosi al bene oggetto di condono un irreale responsabilità giuridica e contemporaneamente negando il principio dei diritti acquisiti;

  • L’Art. 33 comma 4 che stabilisce un “vincolo” ventennale sui fabbricati oggetto di condono, vincolo in pieno contrasto con la lettura della Corte Costituzionale che considera i fabbricati oggetto di sanatoria alla stregua di fabbricati regolarmente concessionari.

Ci auguriamo che questi nostri appunti, possano essere oggetto di una civile e democratica riflessione, al fine di modificare urgentemente la legge stessa, perché le leggi non possono o non devono essere dettate solamente da “scelte politiche”, ma anche dal raziocino e dalla moderazione.

l'Associazione dei Consumatori, interviene Salvatore Cacciatore responsabile per l'associazione per il settore abitativo,  ha deciso di aprire un confronto direttamente sul sito ed invita i consiglieri regionali a rivedere la norma.

 

Segnalaci tutti i problemi riguardanti la casa, a partire dalle norme che regolano i condoni, ma anche in merito ai disagi nelle compravendite, nei contratti, nelle forniture, ecc.

 

Formula la tua segnalazione/denuncia/commento:
 
Informaci su chi sei per risponderti:
(Non dimenticare l'indirizzo E-Mail per conoscere la risposta)
 
Nome:
Cognome:
 
Indirizzo:
 
CAP, Città e Provincia
 
Professione:
Email:
 
Telefono:

Fax:
 
Anno di nascita:

 

Privacy: E' garantita la riservatezza dei dati inseriti, che sono trattati in conformità al DL 196/03 "Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali". Il "titolare" del trattamento dei dati e' Telefono Blu che ha sede in via Solferino n.32 - 00185 Roma (e Casella Postale 2050 - 40139 Bologna Levante). I dati verranno trattati per le finalità proprie delle iniziative dell'Associazione, per le iniziative di sostegno, anche finanziario. Nel compilare e inviare il presente modulo dichiaro di aver preso visione dell'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità a quanto ivi descritto.

 

HOME

Copyright © Telefono Blu SOS Consumatori

E' vietata la riproduzione anche parziale

La proprietà di marchi, simboli, scritti, dati ecc. e' di Telefono Blu©.

Ogni eventuale utilizzazione deve essere richiesta ivi compresa la creazione di link.

 

 

free stats