ORGANISMO DI TUTELA DEL TURISTA
E DEL CONSUMATORE
E PER LA QUALITA' DEL TURISMO
"Aiutaci ad aiutarti"

Chi siamo Magazine on-line Comunicati stampa Sedi regioni e Cittą Modulistica
Iscrizione/Associati Quesiti, progetti, FAQ Esperto risponde Download, forum, chat Sos Turista

Bambini in aereo

Ecco alcuni consigli utili, raccolti qui e la' e controllati da Telefono Blu

La prenotazione del posto
Le compagnie aeree si impegnano per agevolare il viaggio di chi ha con se' un bambino . Se arrivate con un po’ di anticipo al banco della registrazione e se e' disponibile, verra' assegnato un posto tra i piu' comodi: i posti della prima fila dell’aereo sono quelli che offrono piu' spazio per le gambe, per avere a portata di mano la borsa con tutto l’occorrente per il bambino e garantisce maggiore liberta' di movimento (come quelli vicino al corridoio).
Un posto vicino al finestrino e' il posto migliore per intrattenere i bambini piu' grandi: per loro assistere al decollo o all’atterraggio e' una meravigliosa esperienza e lo stesso vale nel vedere la terra a grande distanza.
I bambini piccoli (0-2 anni), non pagano il biglietto, non hanno diritto al posto, quindi non dimenticate, al momento della prenotazione dei biglietti, di chiedere se sono a disposizione gli speciali seggiolini da viaggio. Si tratta di seggiolini molto simili a quelli per le automobili e si mettono davanti alle gambe. Nel caso in cui non fossero previsti, il bambino puo' stare tra le braccia della mamma poiche' e' vietato portare in aereo il passeggino che deve essere consegnato al check-in o alla scaletta dell’aereo al momento dell’imbarco.

Prima dell’imbarco
Dato che in aereo lo spazio e' limitato, approfittate di ogni opportunita' per farli muovere prima dell’imbarco. Fare camminare i bambini dal parcheggio delle auto all’aeroporto; in attesa del volo , lasciare camminare lungo i corridoi e andare alle finestre a vedere gli aerei: guardare gli aerei che decollano e atterrano e' uno spettacolo affascinante e interessante per i bambini di tutte le eta'. Nei grandi aeroporti si trovano anche aree gioco per i piu' piccoli E’ consigliato mettersi in fila per ultimi per l’imbarco, evitando l'inutile ressa per poi attendere che tutti salgano sul bus o per incolonnarsi nell'aereo con lo scopo di raggiungere un posto comunque gia' assegnato. Piu' tardi il piccolo sale piu' resistera' sull’aereo!
Una volta entrati nella cabina e allacciate le cinture, il personale di bordo non vi permette per nessun motivo di alzarsi per andare in bagno nel momento del decollo. Pertanto prima di salire a bordo, portare al bagno il vostro bambino, o se e' molto piccolo avere cura di mettergli un pannolino pulito prima della partenza utilizzando i bagni dell’aeroporto, che dispongono sempre di un comodo fasciatoio.

I problemi dell’alta quota
Le cabine sono pressurizzate, quindi i bambini, subiscono una pressione simile a quella che si avverte a 1.500 - 1.800 metri di altezza e questo in corso di viaggio puo' causare qualche piccolo disagio.
In fase di decollo e atterraggio, al bambino, come del resto agli adulti, si possono otturare le orecchie in seguito ai cambi repentini di pressione.
Prima di partire fare controllare da un otorino le orecchie dei vostri bambini in modo che sappiate che e' tutto a posto. Questo rendera' piu' tranquilli voi, i vostri figli.
Per ovviare al problema e' consigliabile mantenere il bimbo sveglio alla partenza e prima dell’arrivo e, se e' piccolo, fargli succhiare un po’
d’acqua dal biberon, o dargli il ciuccio, se e' piu' grande offrirgli gomme da masticare o caramelle e cibi da succhiare.
Dato che l’aria all’interno del velivolo e' molto secca e' bene portarsi succhi di frutta e acqua da offrire spesso ai bambini.
In aereo lo spazio e' molto limitato e per quanto possibile anche i bambini devono stare seduti. Per i bambini fino a 4 anni bisogna provvedere ad organizzare giochi e passatempi (colorare, disegnare, “guardare” un libro, offrire loro una sorpresa inattesa per aiutarli a trascorrere il tempo) mentre i piu' grandi possono vedere il film che proietta la compagnia durante il volo, leggere il loro fumetto preferito, giocare con i videogiochi tascabili.

L’abbigliamento adatto
E’ preferibile vestirlo a strati con capi di pratico utilizzo come magliette, tute, felpe per far fronte ai cambi di temperature di aerostazioni, piazzole esterne, cabine. Nell’eventualita' che nell’aereo facesse freddo e' possibile chiedere al personale di bordo una coperta.
Un’aranciata rovesciata, una pipi' che non si riesce a trattenere, sono inconvenienti frequenti quando si viaggia con dei bambini. E’consigliabile quindi che nel bagaglio a mano ci sia sempre almeno un cambio a disposizione, visto che ci vorra' tempo prima che recuperiate le vostre valigie. Informatevi bene sulla temperatura che troverete all’arrivo in modo da alleggerire o appesantire l’abbigliamento del piccolo.

L’ora della poppata
Se il bambino e' piccolo e viene ancora allattato al seno, il metodo rimane lo stesso e la cosa e' semplice; altrimenti se prende latte artificiale, occorre preparare tanti biberon quante sono le poppate che normalmente chiede. Infilare i biberon in una borsa frigo, poi, una volta sull’aereo, ci pensera' l’hostess a riscaldarli. Se invece il bambino e' piu' grande, si puo' richiedere (almeno 48 ore prima della partenza) il menu per bambini: molte compagnie aeree offrono questo servizio e si danno veramente da fare perche' questo pranzo soddisfi i baby viaggiatori.
Ma per sicurezza mettete nella borsa qualche spuntino e dei succhi di frutta: potrebbe infatti accadere che al bambino non piaccia quello che viene servito, oppure che abbia fame prima o dopo il momento del pasto servito a bordo.

I costi
In linea di massima valgono questi principi:
Voli di linea: i bambini vengono raggruppati in due classi: Infant (0-2 anni) e Child (2-11 anni). Nei voli di linea, ove non venga diversamente specificato, gli Infant pagano solo il 10% del biglietto e non hanno diritto al posto prenotato che comunque viene assegnato direttamente a bordo se ci sono posti disponibili; mentre da 2 a 11 anni hanno diritto ad uno sconto del 50% del prezzo del biglietto.
Se le tariffe aeree sono gia' scontate puo' accadere che i bambini paghino lo stesso prezzo dell’adulto, oppure che usufruiscano di uno sconto fino ad un massimo del 33%.
Voli charter e compagnie a basso costo: i bambini fino a 2 anni non pagano o pagano solo il 10% del prezzo del biglietto mentre gli altri pagano generalmente la tariffa piena, come gli adulti.
In aereo: bambini non accompagnati. Puo' accadere che per vari motivi un bambino debba prendere l'aereo da solo, senza che ci sia un adulto ad accompagnarlo.

La partenza
Tutti i minori da 5 a 12 anni possono richiedere il servizio di accompagnamento. Questo servizio e' previsto anche in caso di bambini di eta' compresa fra i 3 ed i 5 anni che viaggiano in compagnia di un ragazzo/a minorenne (di eta' tra i 12 ed i 15 anni).
I bambini vengono accolti da una persona di fiducia al banco accettazione e attendono insieme il momento dell'imbarco. Una volta accompagnati a bordo dell'aereo sono affidati a personale di cabina che se ne prendera' cura in modo speciale. I bambini che viaggiano soli indossano una speciale tracolla contrassegnata dalla sigla UM (Unaccompained Minor), dove possono tenere al sicuro il biglietto e gli altri documenti di viaggio. Appena giunti all'aeroporto di destinazione sara' il personale di terra a prendersi nuovamente cura dei minori sino all'arrivo di parenti o amici (che devono avere un documento per farsi riconoscere).

In viaggio
Durante il viaggio, il personale di bordo sorvegliera' il bambino. Se il bambino deve prendere una coincidenza con la stessa compagnia, resta sotto sorveglianza della compagnia.
Se invece deve prendere una coincidenza con il volo di una compagnia diversa, le formalita' dovranno essere adempiute singolarmente prima della partenza, per ogni compagnia.
Un viaggio aereo con bambini piccoli e' sempre fonte di preoccupazione in tutti genitori, specialmente per le tratte a lungo raggio dove si stancano facilmente e quindi bisogna ingegnarsi per tenerli sempre occupati giocando con loro distrarli e accudendoli in tutti i loro bisogni tenendo presente che lo spazio a loro disposizione e' pressoche' nullo.

Le compagnie aeree raggruppano i bambini in due classi:
Infant che va da 0 a 2 anni
Child, da 2 a 11 anni.

Per quel che riguarda i voli di linea, se non e' specificato diversamente, il bambino fino a 2 anni paga solo il 10% del biglietto e non ha diritto al posto prenotato (che comunque gli viene assegnato una volta a bordo se ci sono posti disponibili) e il bambino piu' grande paga il 50% del prezzo del biglietto. Se le tariffe aeree sono giį scontate puo' accadere che i bambini paghino lo stesso prezzo dell'adulto oppure che usufruiscano di uno sconto fino ad un massimo del 33%. Nei voli charter e nelle compagnie a basso costo i bambini fino a 2 anni non pagano o hanno uno sconto che arriva al 90% del prezzo del biglietto mentre gli altri pagano quasi sempre tariffa piena.
Vi sono diversi tipi di seggiolini e culle, uno di questi e' l'infant seat un seggiolino regolabile che si fissa al sedile adatto per bambini fino a 2 anni o il baby cot per i piccolissimi fino al sesto mese. Il tutto richiedibile senza costi aggiuntivi al biglietto.


* Per tutte le eta' *

  • Al momento dell’imbarco alcune compagnie danno la precedenza alle persone con bambini evitando loro lunghe file.

  • Tra le regole base da seguire ci sono le seguenti:

  • cercate di arrivare all'aeroporto in anticipo per organizzare tutto con calma

  • far bere spesso il bambino dato che l'aria dell'aereo e' molto secca e porta il corpo a disidratarsi

  • nella fase di decollo e di atterraggio dar loro caramelle da succhiare perche' movendo la mandibola si aiuta il timpano a non chiudersi oppure usare il trucco suggerito dalle hostess di porre un bicchiere di plastica con poche gocce d'acqua intorno all'orecchio

  • se il nasino e' chiuso uno spray nasale per aprirlo e gocce per l’orecchio

  • alcuni bambini soffrono sull’aereo di cinatosi che e’ come il mal di mare, se i vostri figli ne vanno soggetti e' meglio farsi prescrivere dal medico un medicinale adatto (vedi pagina del pediatra)

  • i medicinali sempre tutti nel bagaglio a mano

  • durante il volo qualche minuto di cammino ogni ora fa sempre bene

  • l'abbigliamento ideale e' a strati , T-shirt , una tuta sopra e un maglioncino di lana che verra' tolto in seguito se e’ caldo

  • per il fuso orario cercare di abituarsi subito alla nuova ora cercando di tenere i ritmi giusti colazione pranzo cena e notte

* Fino ad un anno *

  • dato che il bambino di questa eta' non paga quasi mai e' utile fare richiesta al momento della prenotazione di una culla , cosi' eviterete di tenerlo sempre sopra le vostre gambe, queste culle sono dai 58 ai 70 cm circa e 30 cm di larghezza e vanno bene per bambini di circa 10 kg

  • Portarsi una quantita' di pannolini sufficienti all’intera tratta di viaggio

  • una copertina oppure richiederla al personale(di solito sono sempre presenti all’interno dell’aereo abbinate a comodi cuscinetti)

  • un asciugamano o un telo di pelle che vi potra' essere utile nel cambiarlo sul sedile o nelle anguste toilette

  • salviette umidificanti usa e getta

  • alcuni bavaglini e un ricambio di vestiario completo

  • il biberon con le bevande preferite (camomilla, acqua spero che non voglia vino) e del cibo dato che non pagando non hanno diritto al pasto

  • il passeggino e’ fondamentale in questa periodo di eta', vi verra' imbarcato all’ultimo momento e vi verra' restituito appena scesi dalla scala.

* Da uno a quattro anni *

  • alcuni consigli precedenti sono validi anche per questa fascia di eta', anche se forse e’ un pochino piu' facile

  • far passare il tempo e' ancora il problema maggiore , portare giochini nuovi e passatempi vari le compagnie aeree danno loro un piccolo gioco o un libricino anche se il consiglio migliore e’ di cercare di farlo dormire il piu' a lungo possibile

  • pagando il biglietto il bambino ha ora il posto a sedere e il pasto, ma portare qualcosa da mangiare, al momento della prenotazione del biglietto si puo' anche richiedere il pasto per bambini.

* Da quattro in poi *

  • qui le cose migliorano decisamente i bambini sono in grado di passare il tempo anche giocando da soli e poi l’aereo a questa eta' ha un certo fascino e inizieranno a passare il tempo a guardare le nuvole dal finestrino e a socializzare con altri passeggeri e le proiezioni di film date in volo potranno interessare anche loro

  • per il mangiare poi non ci dovrebbero essere problemi ormai mangiano di tutto, ma conviene sempre portarsi qualcosa anche a noi grandi il pasto dell’aereo non sempre piace.


I SITI DEL GRUPPO TELEFONO BLU: SOS Consumatori - SOS Viaggiatore - Cittą Sicure - Telefono H - SOS Vacanze

how to add a hit counter to a website