ORGANISMO DI TUTELA DEL TURISTA
E DEL CONSUMATORE
E PER LA QUALITA' DEL TURISMO
"Aiutaci ad aiutarti"

Chi siamo Magazine on-line Comunicati stampa Sedi regioni e Cittą Modulistica
Iscrizione/Associati Quesiti, progetti, FAQ Esperto risponde Download, forum, chat Sos Turista

Meglio abbronzati, ma sicuri

 

LINK

 

La ricerca del sole e i suoi effetti benefici per la bellezza e per la salute costituisce un richiamo per milioni di persone, in alcuni casi si tratta anche di benefici necessari, specie per chi, come le popolazioni nordiche, vive per molti mesi l’anno in climi freddi, piovosi e poveri d’irradiazione solare.

Impressionante il dato che ci giunge dalla Sanita' 1 persona su 80.000 e' soggetta ad un tumore cutaneo (melanoma), quando 65 anni fa il rapporto era 1 ad 1 milione e mezzo. Di fronte a questi ed altri dati gli italiani hanno preso le misure e lo si puo' vedere dai minori affari dei centri abbronzatura, ma e' anche vero che la tintarella in fondo puo' non far male e allora occorre usare alcuni accorgimenti per questi intensi fine settimana. Telefono Blu con il suo centralino nazionale  348.91.55.775 ed il suo portale a cui inviare email www.telefonoblu.it e'  pronto a raccogliere tutte le possibili situazioni di disagio ed i reclami e fornisce alcune regole fondamentali per un’abbronzatura piu' sicura.

Vari fattori influenzano la potenza dei raggi solari: le condizioni climatiche, l'altitudine, la latitudine e naturalmente l'ora del giorno(lo zenit e' fra le 12 e le 14). Prendere poco sole ed in modo progressivo e' la ricetta migliore. Programmare la propria esposizione, fare con tutte le attenzioni delle lampade a raggi Uva prima di esporsi al mare e in vacanza.

Anche nelle giornate nuvolose, i raggi del sole filtrano con facilita' attraverso la foschia e le nuvole non stratificate. E’ facile scottarsi senza avvertire il senso di calore. Cosi' come se la giornata fosse ventosa, specie in mancanza di un tasso d’umidita' elevato, il vento puo' attenuare la sensazione termica di calore e far tollerare un'esposizione piu' lunga che fara' poi sentire i suoi effetti negativi.

Non dimenticate che ogni superficie che riflette, aumenta l’esposizione ai raggi solari (in acqua l’esposizione e' dunque maggiore) e che le radiazioni riflesse (dell’acqua e della sabbia) raggiungono anche coloro che stazionano sotto l’ombrellone. Attenzione alle giornate nuvolose. I raggi del sole filtrano con facilita' attraverso la foschia e le nuvole non stratificate. E’ facile scottarsi senza avvertire alcun senso di calore. Se la giornata e' ventosa, specie in mancanza di un tasso d’umidita' elevata, il vento puo' attenuare la sensazione termica di calore e far tollerare un’esposizione piu' lunga che fara' sentire poi i suoi effetti negativi.

E' opportuno limitare la durata dell'esposizione nelle prime ore delle vacanze ed esporsi il meno possibile nella fascia oraria dalle 12 alle 16. Alcune parti del corpo (spalle, zigomi, fronte, naso) devono essere maggiormente protette perche' piu' esposte e quindi piu' vulnerabili, ma anche il viso, le labbra, come pure l'interno delle braccia e delle gambe.

Attenzioni alle superfici riflettenti in particolare: i ghiacciai, l'acqua del mare e la stessa sabbia perche' ci si abbronza anche senza volerlo. Costituisce pericolo per la nostra pelle usare prodotti fotosensibilizzanti come farmaci e cosmetici.

Alcune parti del corpo (spalle, zigomi, fronte, naso) devono essere maggiormente protette perche' piu' esposte quindi piu' vulnerabili. Una volta conseguita l’abbronzatura massima per il proprio tipo di pelle e' inutile insistere in un’ostinata abbronzatura.

Prima di esporsi al sole evitare l’uso di profumi, dopobarba e cosmetici profumati in genere. Il rischio di fotodermatiti puo' essere alto per determinati prodotti (ad esempio quelli a base di bergamotto). Non ricercate l’abbronzatura permanente, esponendovi a trattamenti estetici con lampade durante l’inverno e/o al sole ogni anno per molti mesi. Gli effetti del sole sulla pelle sono cumulativi/dose dipendenti).

Indossare sempre un cappello, soprattutto i bambini, per evitare insolazioni ed un bel paio di occhiali da sole con lenti sicure.

Prima di partire invece e' opportuno acquistare il filtro solare adatto al tipo di pelle e ad ampio spettro. Se abbiamo timori chiediamo consiglio al dermatologo o al farmacista, in ogni modo cercare di leggere le informazioni sull'innocuita' del prodotto.

Bere molta acqua contro la disidratazione per avere una quota idrica ottimale e riacquisire i sali minerali.

Proteggersi in modo adeguato dal sole ritarda l'invecchiamento cutaneo ed anche i problemi di circolazione venosa, si riduce il rischio di andare contro i tumori della pelle. Con l'intelligenza si puo' evitare che un piacere diventi un danno.

 


I SITI DEL GRUPPO TELEFONO BLU: SOS Consumatori - SOS Viaggiatore - Cittą Sicure - Telefono H - SOS Vacanze

how to add a hit counter to a website